Progetto Ponente

Nel Ponente troviamo tutti i progetti di stampo psicologico individuale e di supporto alla persona, che si tratti del genitore, del bambino o dell’insegnante.
La scuola è il luogo privilegiato nel quale mettere a disposizione di chi ne sente il bisogno una figura esperta per supportare adulti e bambini nella risoluzione delle difficoltà che normalmente emergono nei contesti di crescita e di lavoro: problemi di comunicazione e di comprensione, difficoltà di relazione tra pari, gestione del cambiamento, attriti tra adulti e bambini, accompagnamento alla diagnosi.

COLLOQUI DI CONSULENZA PSICOLOGICA

Finalità generali

  • favorire il percorso scolastico;
  • facilitare i processi di apprendimento;
  • supportare le famiglie e i docenti nell’educazione e istruzione dei minori.

Obiettivi specifici

  • aumentare l’autoefficacia degli studenti, ovvero la capacità di sentirsi capaci, competenti e in grado di far fronte alle richieste provenienti dal percorso scolastico;
  • incrementare la capacità dei genitori di individuare, affrontare e risolvere problematiche correlate alla didattica e all’apprendimento;
  • indirizzare le famiglie verso percorsi idonei e specifici a fronte di problematiche emerse in consulenza.

Modalità
Il servizio utilizza lo strumento del colloquio; può essere un colloquio individuale o con più persone presenti. Lo scopo è quello di definire in modo condiviso un problema, individuandone le ragioni e le cause e trovare le modalità più adatte per risolverlo.

TEST DI VALUTAZIONE DELL’APPRENDIMENTO
Obiettivi
  • fornire ai genitori un servizio di valutazione delle probabilità che la figlia o il figlio presenti Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)
  • restituire i risultati dei test durante un colloquio in cui si andrà a spiegare con cura quanto rilevato
  • indirizzare le famiglie verso percorsi idonei e specifici a fronte di problematiche eventualmente emerse in consulenza
Modalità
L’intervento di valutazione si  truttura così:
  • Colloquio iniziale per identificare la corretta batteria di test da applicare;
  • somministrazione dei test
  • scoring e interpretazione di batteria per la valutazione dell’apprendimento
  • restituzione dei risultati ottenuti.

PERCORSO DI ITALIANO COME L2 CON LA PEDAGOGISTA

Obiettivi

  • Supportare le madri degli alunni di recente immigrazione nello sviluppo delle potenzialità di comprensione e di utilizzo della lingua italiana.
  • Sviluppare competenze linguistiche di base, con particolare riferimento situazionale al contesto scolastico.
  • Fornire alle madri di recente immigrazione strumenti ed informazioni utili per supportare ed affiancare i figli nel percorso scolastico.

Modalità
Insegnamento della lingua italiana come lingua straniera (L2) con approccio di tipo comunicativo – situazionale in gruppo di pari livello attraverso attività di “ricerca e scoperta”.
Ciascun incontro prevede attività inerenti lo sviluppo delle abilità comunicative (attenzione focalizzata sui significati) ed attività di grammatica (attenzione focalizzata sulle forme).
Sono previste un’autoverifica costante in itinere e ciclico rinforzo delle strutture apprese nelle lezioni precedenti; una valutazione in termini di ricaduta positiva sul rapporto con l’ambiente scolastico (es. efficacia della comunicazione con gli insegnanti, maggiori contatti con altri genitori, comprensione dell’organizzazione scolastica…) e sul percorso formativo dei figli (consapevolezza delle eventuali difficoltà, possibilità di affiancare i figli nel percorso scolastico…).

In passato:

2014-2015: Spazio Ascolto, sportello psicologico per le scuole Primarie e dell’Infanzia di Dueville (VI) con la dott.ssa Anna Zanellato

Annunci

One thought on “Progetto Ponente

  1. Pingback: Spazio Ascolto 2014-2015 | gruppo La Bussola

I commenti sono chiusi.